S.A.R. la Principessa Khétévane Bagration de Moukhrani

Nata il 20 luglio del 1954 a Talence (Francia).

1971: maturità in filosofia e filologia.

1974: diploma del III anno della lingua ceca.

1974: licenza in filologia, settore della lingua russa.

1975-1976: borsa di studio di otto mesi presso l’Università Statale di Mosca e di due mesi presso l’Università Statale Ivané Javakhishvili di Tbilisi.

1986: diploma di perito agrario.

1991: costituisce l’associazione italo-georgiana Scudo di San Giorgio di cui è stata Presidente dal 1991 sino al 9 marzo 2005, giorno nel quale presenta le credenziali come Ambasciatore di Georgia presso la Santa Sede. Dal 2005 è diventata Presidente Onoraria dello Scudo di San Giorgio.

Dal 1991 sino al 2005, ha promosso e collaborato (con WFP, FAO, Caritas Italia, Caritas Georgia, CRI, Insieme per la Pace, CRGeorgia) all’organizzazione di aiuti umanitari sul territorio georgiano, ha organizzato numerose manifestazioni culturali in Italia e promosso iniziative nel campo della politica internazionale.

1991: ospita, insieme al Principe Raimondo Orsini d’Aragona, una Delegazione del Consiglio di Stato Provvisorio, composta dal leader del Partito Nazionale-Democratico Sig. Gia Chanturia e del leader del Partito Monarchico Sig. Jorjoliani, organizza gli incontri con i rappresentanti del Governo italiano e della Santa Sede. In seguito a tale visita, si realizza il ritorno ufficiale dall’esilio del primo Bagrationi (nato in patria e esiliato in Francia nel 1922), Sua Altezza Reale il Principe Konstantiné Bagration de Moukhrani, accolto in patria con tutti gli onori al più alto livello dello Stato e della Chiesa e di tutto il popolo georgiano.

Dal 1992 sino all’apertura dell’Ambasciata presso la Santa Sede: fornisce assistenza logistica alle delegazioni istituzionali in visita alla Santa Sede.

Fornisce assistenza logistica alle delegazioni inviate da Sua Santità il Catholicos-Patriarca di Tutta la Georgia presso la Santa Sede e sul territorio italiano.

Dal 1992 fino all’apertura dell’Ambasciata di Georgia in Italia: fornisce l’assistenza logistica alle delegazioni istituzionali in visita nella Repubblica Italiana.

Dal 1992 fino all’apertura dell’Ambasciata di Georgia in Italia: ha aiutato e sostenuto numerosi Georgiani a risolvere vari problemi, come: visti, problemi economici risolti dal Principe Raimondo (compreso nel 1992 il costo della sosta all’aeroporto Fiumicino dell’aereo della Delegazione georgiana e il costo del combustibile), problemi sorti con gli organi giuridici, documenti di matrimoni misti, permessi, assistenza agli studenti georgiani ecc.

1995: riceve dal Presidente Eduard Shevardnadze, per alti meriti resi alla Patria (per il riconoscimento della Georgia sulla scena internazionale quale Stato indipendente, per l’attività volte alla riconciliazione nazionale durante il periodo della guerra civile, per la difesa dell’integrità territoriale della Georgia a livello internazionale) la Cittadinanza Onoraria della Georgia con passaporto creato ad hoc N. 001.

Favorisce e contribuisce all’apertura ufficiale dell’Ambasciata di Georgia in Italia, organizza l’inaugurazione dell’Ambasciata (la cui sede era ospitata nel palazzo di Raimondo Orsini d’Aragona) con la partecipazione dei rappresentanti del Governo e Parlamento italiano, ed rappresentanti di alto livello della Santa Sede

1996: trasporta personalmente i 2000 vaccini contro la tubercolosi offerti dal Principe Raimondo Orsini d’Aragona alla popolazione georgiana.

1997: organizza, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri della Georgia, la visita di cortesia del Presidente della Georgia Eduard Shevardnadze presso San Giovanni Paolo II e la visita di Stato presso la Repubblica Italiana.

1999: promuove e partecipa alla realizzazione della visita di San Giovanni Paolo II in Georgia, prima visita del Papa in un paese dell’ex Unione Sovietica. Il Papa incontra, oltre al Presidente Shevardnadze, il Catholicos-Patriarca Ilia II, recitano insieme il “Padre Nostro” ed emettono una dichiarazione comune.

2000: in occasione dell’Anno Giubilare, Sua Santità il Catholicos-Patriarca di tutta la Georgia Ilia II le conferisce il diploma al merito per meriti resi alla Chiesa e alla Patria.

2004: il Presidente della Georgia Mikheil Saakashvili le restituisce la Cittadinanza georgiana, in quanto, per i motivi storici ben noti, la Famiglia Reale georgiana era stata costretta all’esilio nel 1922.

2005-2014: Ambasciatore di Georgia presso la Santa Sede presso il Sovrano Militare Ordine di Malta.

2006: Fonda insieme alla Dottoressa Irina Sanashvili ed alla Dottoressa Nino Tsertsvadze la sede georgiana della Dante Alighieri nella città di Tbilisi.

2010-2014: Ambasciatore di Georgia presso il Sovrano Militare Ordine di Malta.