Mission

Lo Scudo di San Giorgio è una Associazione NO PROFIT fondata nel 1991 da S.A.R. la Principessa Khétévane Bagration de Moukhrani, della Casa Reale di Georgia, che ne diventò Presidente dal 1991 al 2005, e dall’Ingegnere Aimone Meskhi (il cui nonno Costantino fu, in qualità di membro del governo provvisorio georgiano, tra i fondatori della Repubblica di Georgia nel 1918), Vice Presidente dal 1991 sino al 2005 e Presidente dal 2005 al 2010.

Scopo dell’Associazione è di incrementare le relazioni e la reciproca conoscenza tra la nazione georgiana e quella italiana nei vari campi culturali e diplomatici, nonché portare assistenza umanitaria agli abitanti della Georgia laddove la situazione lo richieda.

Attività Culturali

1991

A Brindisi organizza una mostra di pittori georgiani sul tema natalizio nel corso della VI rassegna internazionale del presepe nell’arte e nella tradizione, con la collaborazione dell’Arcivescovado di Brindisi e del suo Bibliotecario Prof. Rosario Jurlaro. (patronato del Ministero degli Affari Esteri e della Ministero della Cultura della Georgia, adesione della Provincia e del Comune di Brindisi).

1992

In collaborazione con l’associazione Amici di Monte Mario organizza nell’albergo Hilton di Roma una conferenza del Professore Adriano Alpago Novello sul tema Arte e Architettura della Georgia.

1994

Nell’ambito del servizio Caucaso di pietra e di Fede la rivista cattolica Mondo Missione pubblica un’intervista alla Presidente dello Scudo sulla storia e situazione della Georgia.

1995

• Partecipa al I Forum Internazionale svoltosi a Tbilisi, Kutaisi e Batumi dopo la ritrovata millenaria indipendenza : Forum dei Georgiani nel Mondo con una folta delegazione accompagnata da rappresentanti della Televisione e della Stampa Italiane e non italiana.

• Organizza a Rieti la mostra intitolato Dal Paese del Vello d’Oro con la partecipazione dei pittori georgiani contemporanei, tavola rotonda sul tema L’area caucasica al centro dell’attenzione del Mondo con la partecipazione del Vice Ministro degli Affari Esteri Italiano Rochetta, gli Ambasciatori di Georgia e di Armenia, i rappresentanti della Comunità di Sant'Egidio, il Professore dell’Università Federico II di Napoli Leonardo Saviano.

1996

• Insieme all’Accademia di Moda di Roma (Fiamma Lanzara) e in collaborazione con Luce Monachesi, organizza la mostra L’Aristocrazia georgiana 1830/1930, cent’anni di fotografie, con il patrocinio dei Presidenti E. Shevardnadze e G. Scalfaro, insieme al Ministero degli Affari Esteri della Georgia.

• Partecipa ai lavori preparativi del gemellaggio delle città di Telavi (regione di Kakheti) e Rieti (regione Lazio).

1997

Organizza la mostra delle opere del pittore georgiano Irakli Parjiani, presso la Pontificia Università Gregoriana, mostra inaugurata dal Presidente Eduard Shevardnadze durante la sua visita di Stato in Italia.

1998

Ospita tre pittori Georgiani presso l’abitazione del Principe Raimondo Orsini, membro dello Scudo di San Giorgio, per un periodo di studio e di contatti culturali con il mondo Artistico Italiano.

1999

• Organizza il symposium su Santa Nino, Apostolo della Georgia con la partecipazione di S.E.R. Monsignore Claudio Gugerotti, Prof. Padre Michel Van Esbroek S.I., Prof. Padre Vincenzo Poggi S.I., il Professore Luigi Magarotto, il Professore Giampaolo Scarcia, il Dott. Gaga Shurgaia.

• Organizza una conferenza sul poeta Vazha-Pshavela (1861-1915) con la presentazione del libro L'uomo che mangiò carne di serpente e altri poemetti di Vazha-Pshavela tradotto e commentato dal Prof. Luigi Magarotto, con la partecipazione del Professore Luigi Magarotto e del Professore Giampaolo Scarcia.

2000

In occasione del Grande Giubileo del 2000, organizza la mostra Georgia - Terra Cristiana nelle sale di Castel Sant’Angelo, dove rimarrà un mese. La mostra ottiene il Logo della Santa Sede, il patronato del Catholicos-Patriarca di tutta la Georgia Ilia II, nonché il patronato dei Presidenti Shevardnadze e Scalfaro.

Dicembre 2001

La Presidente dello Scudo di San Giorgio tiene una relazione sul tema La donna nella cultura georgiana nell’ambito della Conferenza Internazionale Donna e Cultura presso l’ Ateneo Regina Apostolorum.

2002

Organizza una conferenza sul tema La spiritualità della Georgia in collaborazione dell’Associazione Amici della Tuscia con l’aiuto della Contessa Lia Bianchi Ninni

2003

Organizza la presentazione del libro del Prof. Nodar Gabashvili La Georgia e Roma, 2000 anni di dialogo tra i Cristiani, pubblicato a cura di Laura Branca, socia dell’Associazione, presso l’Almo Collegio Capranica, con la partecipazione di S.E. R. il Cardinale Achille Silvestrini, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, di Padre Vincenzo Poggi S.I., del Professore Armando Rigobello, del Professore John Lindsay Opie.

2004

• Organizza la presentazione del libro del Prof. Gaga Shurgaia la Spiritualità della Georgia, presso l’Almo Collegio Capranica, con la partecipazione di S.E.R. il Cardinal Paul Poupard, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, di Padre Vincenzo Poggi S.I., del Professor Luigi Magarotto, del Professor Paolo Siniscalco.

• Pubblicazione dei tre Quaderni Georgiani, a cura del Vice-Presidente Aimone Meskhi.

2005-2014

Contribuisce a numerose iniziative culturali dell’Ambasciata di Georgia presso la Santa Sede e il Sovrano Militare Ordine di Malta

Borse di Studio

In seguito all’impegno dello "Scudo" durante questi anni sono stati stanziati le seguenti borse di studio: • 8 borse di studio di durata di un anno, presso le università della Santa Sede
• 4 borse di studio di tre mesi per due medici e due infermieri georgiani presso l’istituto di oncologia dell’Università La Sapienza di Roma, sotto la guida del Professor Franco Mandelli
• 3 borse di studio di durata di un anno per tre pittori georgiani, ospitati dalla ,"Scudo di S. Giorgio"
• 3 borse di studio per un ingegnere e due architetti
• 6 borse di studio di durata di un anno presso l’Accademia musicale di Osimo
• 2 borse di studio per due diplomatici georgiani (insieme al Ministero degli Affari Esteri dell’Italia)
• 1 borsa di studio presso l’Istituto Svizzero di Roma

E’ stato inserito nel programma dell’UE la scuola italiana Tsiskari di Tbilisi.