Mission

Lo Scudo di San Giorgio è una Associazione NO PROFIT fondata nel 1991 da S.A.R. la Principessa Khétévane Bagration de Moukhrani, della Casa Reale di Georgia, che ne diventò Presidente dal 1991 al 2005, e dall’Ingegnere Aimone Meskhi (il cui nonno Costantino fu, in qualità di membro del governo provvisorio georgiano, tra i fondatori della Repubblica di Georgia nel 1918), Vice Presidente dal 1991 sino al 2005 e Presidente dal 2005 al 2010.

Scopo dell’Associazione è di incrementare le relazioni e la reciproca conoscenza tra la nazione georgiana e quella italiana nei vari campi culturali e diplomatici, nonché portare assistenza umanitaria agli abitanti della Georgia laddove la situazione lo richieda.

Attività Umanitarie

1991

In collaborazione con la sezione femminile della C.R.I. invio di due T.I.R.di materiali di prima necessità e materiali sanitari in favore della popolazione georgiana colpita dal terremoto e in collaborazione con l’organizzazione Insieme per la Pace di Maria-Pia Fanfani invio di aiuti umanitari di vari tipo. Nel luglio-agosto 1991, la Presidente insieme a suo marito ed ai suoi figli piccoli, si reca nella zona terremotata per rendersi conto dell’avvenuta distribuzione.

1992

Raccolta di vestiario effettuata nella loro Scuola da Georgiana e Lelio Orsini, successivamente inviato e distribuito personalmente da Georgiana e Lelio in uno Orfanotrofio di Tbilisi.

1992

A seguito di una donazione ricevuta dalla loro Zia paterna, Georgiana e Lelio comprano giocattoli per un milione di lire che successivamente portano e distribuiscono in un orfanotrofio di Tbilisi.

1992

Organizza, sotto il patronato del Presidente Shevardnadze, di S.E.R. il Cardinale Achille Silvestrini Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali e del Comune di Roma, un concerto di beneficenza con lo scopo di assistere e ospitare due bambine georgiane affette da leucemia. Le bambine saranno prese in cura per sei mesi dal Prof. Franco Mandelli dell’Università La Sapienza presso l’Istituto Italiano per la Lotta alla Leucemia. Nella trasmissione Uno Mattina, nel corso di una intervista alla Presidente dello Scudo di San Giorgio viene realizzato un collegamento diretto con il Presidente Shevardnadze che manifesta la sua riconoscenza per quanti si stanno attivando per salvare le bambine.

1993

In collaborazione con il Gruppo Italimprese invia in Georgia dei prodotti alimentari per la prima infanzia della Lioprodotti S.P.A.

1993

Collabora con l’Organizzazione Insieme per la Pace di Maria-Pia Fanfani per l’invio in Georgia di aiuti umanitari con la nave dei Grandi Molini Italiani S.P.A. di Antonio Costato.

1994

Ottiene dalla Farmitalia la raccolta da parte dei suoi associati di medicine e materiale sanitario e invia il carico alla popolazione georgiana.

1996

• Organizza l’invio di 2000 vaccini contro la tubercolosi offerti dal Principe Raimondo Orsini d’Aragona alla popolazione georgiana.

• Assistenza economica per l’intervento alla gamba ad un malato georgiano, e per l’intervento chirurgico al cervello di un altro malato georgiano.

• Assistenza all'equipaggio di una nave mercantile georgiana, bloccata nel porto di Gaeta e trattative per la liberazione di essa. Ci fu un servizio su Rai 3 al riguardo.

2006

Aiuto umanitario per le popolazioni vittime delle alluvioni nella provincia di Lagodekhi, consistente in 18 tonnellate di materiali di prima necessità (cibo, vestiti, materiale sanitario, materiale didattico). Il materiale è stato raccolto grazie al sostegno di Sempre insieme per la pace di Donna Maria Pia Fanfani e della Fondazione Nando Peretti di Donna Elsa Peretti. Il Vice Presidente Lelio Orsini ha passato un mese in Georgia per organizzare ed effettuare la distribuzione. L'aiuto ha toccato 12 villaggi, due scuole e un ospedale.

Dicembre 2007

• Aiuto umanitario destinato agli sfollati della regione georgiana dell’Abkhazia, raccolto grazie al sostegno della Dottoressa Clementina Berdini dell’Antica Farmacia Peroni di Pesaro e ottenuto dal Gruppo COMIFAR; consistente in più di 8200 scatole di medicinali nonché vario materiale medicale e paramedicale per un totale di circa una tonnellata. La compagnia aerea Alitalia offre il trasporto del carico. Il Vice Presidente si reca in Georgia per gestire e coordinare la distribuzione con il Ministero della Sanità Georgiana e con la Chiesa Ortodossa di Georgia.

• Rifacimento ed equipaggiamento totale di una cucina, camera da pranzo, lavanderia e creazione di un impianto di riscaldamento per il reparto pediatrico onco-ematologico dell'Ospedale M. Iachvili a Tbilisi. I lavori sono stati organizzati e supervisionati dal Vice Presidente.

• Distribuzione di giocattoli per tutti i bambini del reparto onco-ematologico.

Agosto-Settembre 2008

• Conflitto russo-georgiano, il Vice Presidente si reca in Georgia per organizzare e coordinare i vari aiuti umanitari.

• 2008 agosto: città di Rustavi, ospedale e centro sfollati: aiuto umanitario acquistato in loco per 700 bambini di età compresa tra un giorno ed un anno che non avevano nulla da mangiare e le cui madri avevano perso il latte materno a causa dei traumi prodotti dal conflitto. Sono stati forniti latte e cibo per la prima infanzia e prodotti per l’igiene (pannolini ecc.), in collaborazione con il personale medico locale.

• 2008 agosto: Tbilisi, fornitura di cibo, acqua, materassi, coperte, lenzuola, cuscini e materiale igienico-sanitario ai 1.300 IDPs alloggiati nell’ex-ospedale militare di Isani, fatiscente struttura di epoca sovietica che versava in condizioni disastrose da un punto di vista igienico-sanitario.

• 2008 agosto: Tbilisi, cibo e prodotti non alimentari sono stati portati in un centro sfollati a oltre 150 famiglie provenienti dalla Valle di Kodori, nella regione dell’Abkhazia, e fuggiti nella capitale a causa del conflitto.

• 2008, agosto: Gori, collaborazione con la Caritas Georgia; Padre Witold Szulczynski coadiuvato dal Vice Presidente dello Scudo porta e distribuisce il primo aiuto umanitario giunto nella città ancora sotto occupazione dell’esercito russo e consistente in cibo e materiale di prima necessità.

• 2008 agosto: supporto logistico determinante alla missione della C.R.I. in Georgia diretta da Francesco Rocca (attuale Presidente della C.R.I.) per individuare nella Capitale, nell’attesa della costituzione delle cucine nel campo sfollati a Gori, uno spazio ed un aiuto operativo trovato nella sede di Caritas Georgia per sfamare 5.000 IDPs al giorno per più di dieci giorni.

• 2008 settembre: lo Scudo di San Giorgio è la prima organizzazione a portare aiuti nella zona di guerra dei territori occupati quando ancora non esisteva un corridoio umanitario, le missioni venivano svolte con la presenza costante del Vice Presidente Lelio Orsini e di Merab Mikeladze in collaborazione con l’Arcivescovado di Gori e dei suoi preti e suore guidati dal Metropolita Andria e hanno totalizzato un quantitativo di 36 tonnellate di cibo grazie al generoso sostegno di The Nando Peretti Foundation, nella persona della Fondatrice Elsa Peretti e del suo Direttore Operativo Dott. Stefano Palumbo.

2005-2014

Collabora ad alcuni eventi a scopo di beneficenza organizzati dall’Ambasciata di Georgia presso la Santa Sede.

2009-2016

Continua a svolgere operazioni di monitoraggio sul territorio georgiano andandovi più volte l’anno con la naturale finalità dello Scudo di San Giorgio di portare aiuto ai più bisognosi.